17 insegnanti, distribuiti in 4 scuole per dare al maggior numero di bambini e di ragazzi la possibilità di ottenere una istruzione elementare e secondaria. Nelle nostre scuole si segue il programma stabilito dal dipartimento dell’educazione Karen: la finalità è quella di permettere alle nuove generazioni di mantenere la propria cultura, imparando la storia e le tradizioni Karen oltre che la scrittura e la matematica. Le scuole di POPOLI sono in aree in cui agli insegnanti birmani, veicolo di colonizzazione, non viene permesso l’ingresso grazie alla esemplare posizione di fermezza assunta dai gruppi di patrioti che non si sottomettono ai diktat del governo centrale.

Mediamente, in ciascun centro di istruzione, sono presenti dai 40 agli 80 studenti (nel centro scolastico di Kaw Hser gli alunni superano le 130 unità), la metà dei quali in età da asilo mentre i restanti coprono la fascia relativa ai quattro anni di istruzione primaria e a quella corrispondente alla nostra “scuola dell’obbligo”.

La popolazione residente nei villaggi karen e i profughi interni traggono il loro sostentamento dalla coltivazione del riso e di altri prodotti della terra. Negli anni precedenti il negoziato per il cessate il fuoco, alle naturali variazioni della produzione annuale, si aggiungevano le razzie compiute dai militari che estorcevano il raccolto e seminavano di mine anti-uomo i campi dedicati alla coltivazione. Non da ultimo gli abitanti erano costretti – dal regime militare birmano – ad effettuare lavori forzati in qualità di portatori, nella raccolta del legno, nelle coltivazioni di bamboo e nella costruzione di basi militari per l’esercito di occupazione.

I genitori di moltissimi bambini e giovani si trovavano frequentemente a fronteggiare urgenze primarie vitali. Si riscontrava quindi un consistente affievolimento nell’interesse per l’istruzione ed i figli erano indirizzati quanto prima verso un possibile lavoro per il sostenimento della famiglia.

Oggi, grazie alla protezione di queste aree garantita dalla Karen National Defense Organization, alla fornitura di sementi e di strumenti per l’agricoltura organizzata da POPOLI, e al regolare svolgimento delle lezioni scolastiche condotte dai nostri insegnanti, più di 300 ragazzini possono ottenere l’istruzione necessaria per poter accedere in futuro a corsi di livello superiore in scuole convenzionate in territorio thailandese.