ASSASSINI A BRACCETTO: IL CAPO DI STATO MAGGIORE DELL’ESERCITO BIRMANO FA SHOPPING DI ARMAMENTI IN ISRAELE

assassini a braccetto_popolionlusIl resoconto della amichevole visita in Israele è pubblicato sul profilo facebook dello stesso ufficiale, il Generale Min Aung Hlaing. Il capo del Tatmadaw (le forze armate birmane, ancora impegnate in diverse offensive contro le minoranze etniche) ha visitato tre industrie di armamenti (la Israel Aerospace Industries, la ELTA Systems Ltd e la Elbit System) per fare dello “shopping”, probabilmente a condizioni di favore dal momento che Israele è sempre stata al fianco della giunta militare durante la repressione nei confronti dei Karen, dei Kachin, degli Shan, dei Karenni e degli altri popoli che abitano la parte orientale della Birmania. Immancabile la visita al Museo dell’Olocausto, dove il militare ha espresso cordoglio per le vittime con la stella di Davide mentre ordinava alle sue truppe di attaccare i gruppi etnici e di incendiare i loro villaggi in diverse parti del suo paese.
Ad invitarlo in Israele é stato il Ministro della Difesa, Mr. Moshe Ya’alon che ha ricordato gli oltre 60 anni di ottime relazioni tra Tel Aviv e Rangoon. Il capo dell’IDF (le forze armate sioniste) ha elencato invece i settori in cui i due eserciti collaboreranno: addestratori israeliani insegneranno ai soldati e alla polizia birmana come essere ancora più efficaci nella repressione dei gruppi che si battono per la libertà e per la difesa della loro identità.

Nulla di nuovo: la Comunità Solidarista Popoli ha sempre segnalato l’ingerenza di Israele nelle questioni birmane. Avevamo anche raccolto le testimonianze di elementi dell’Esercito di Liberazione Karen che riportavano la presenza di personale ebraico a difesa di piantagioni di oppio e di raffinerie di droga in concessioni assegnate dai generali di Rangoon a trafficanti israeliani.
L’ “unica democrazia del Medio Oriente” a braccetto con “la nuova democrazia birmana”: bella coppia di assassini coccolati dalle multinazionali e dai governi occidentali.